Navigation Menu+

Mi piace l’idea di riciclare i giochi per dare identità allo spazio dei bambini: il loro nuovo utilizzo racchiude con sé piccole storie e ricordi del tempo trascorso.

Lo specchio, come scrivevo in questo articolo su MammeAcrobate.comrappresenta per i bambini un elemento suggestivo di divertimento, di conoscenza e di apprendimento.

Ecco qualche idea per realizzare specchi singolari, personalizzati riciclando oggetti appartenuti ai vostri bambini:

pupazzi e piccoli giochi di plastica incollati e verniciati, in questo caso di bianco, a creare una cornice dall’effetto  frastagliato e decisamente unico. Questo specchio si abbina bene con i complementi che ho mostrato nel post Vite di gomma,  in cui giochi dismessi trovano nuovo impiego come reggi-libri e appendini

– mozziconi di vecchi pastelli colorati che intelaiano lo specchio in un riquadro multicolore e originale. Questa realizzazione è un motivo per non sbarazzarsi delle matite, nobili nel materiale (legno) e nella storia che racchiudono: ogni matita consumata ha accompagnato momenti di gioco, di concentrazione, di creatività, di condivisione e, qualche volta, di lunghe fatiche!

Il connubio specchio-riciclo ci restituisce, insomma, un volto cresciuto insieme ad una memoria del passato!

Leggi anche:

Scrivi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome. & GeekyCube.